Gli esperti rispondono

Fai una domanda
  • Tutto ciò che c'è da sapere sul tuo pet!
Utente Beginner
paperino
Post del 10/08/2012 alle 01:57

Aiutateci, abbiamo bisogno di voi

Questa è Atena, un dalmata abbandonato che ho adottato due anni fa, quando era un cucciolo di 11 mesi. Io sono una ragazza di 33 anni allettata e invalida al cento per cento, sotto oppiacei, morfina, altri farmaci pesanti e con un neuromodulatore sacrale impiantato dentro al corpo. A 25 anni sono stata rovinata per un banale intervento chirurgico, mi è stato lesionato il nervo. Ho subito altri interventi inutili e disastrosi e da 7 anni soffro di dolori neuropatici atroci. Ho sempre preso colpi e cinghiate fin da piccola, ma a 20 anni quando ho detto in famiglia che stavo uscendo con un ragazzo la violenza è aumentata, mi sono debilitata dalla tensione che c'era in casa, dalla paura e mi sono beccata due virus mononucleosi e citomegalovirus durati 4 anni e diagnosticati tardi. Purtroppo sia per antibiotici dati a casaccio, mi si è formata una ragade e da un banale intervento chirurgico definito di routine la mia vita è finita. Da più di due anni e mezzo vivo in un monolocale di 30 mq, freddo e umido per cui pago 400 euro da una pensione di invalidità di 758 euro, gli altri 300 euro li spendo per cibo, bollette, detersivi per la casa etc. Non ho nessun aiuto economico, abbandonata da parenti e amici. Solo il pranzo mi viene portato dalla caritas e ogni tanto mi viene dato un aiuto dal comune. Mi assiste il mio ragazzo, che non ha lavoro e ovviamente pensa anche ad Atena. Atena mi dà la forza di vivere, quando l'ho presa era magrissima, piena di micosi in tutto il corpo, impaurita. Me ne aveva parlato un'assistente domiciliare che mi mandava il comune per un ora al giorno e io l'ho voluta subito. Non le faccio mancare niente, fa i vaccini regolarmente, per qualsiasi cosa viene portata dalla veterinaria. Io già mangio poco a causa degli oppiacei e della morfina ma se c'è bisogno mangio ancora meno per lei. La veterinaria ha chiamato Atena, la principessa dell'ambulatorio perchè è sempre perfetta, delicata e io nonostante le mie condizioni le ho insegnato i comandi, anche a dare la zampa. Atena è sempre con me nel letto, se mi vede piangere mi lecca, se mi vede alzare il tono della voce e piangere mi lecca, ma se qualcuno entra in casa nonostante ci sia Simone e mi stringe la mano, o mi abbraccia, o si avvicina a letto, o alza il tono della voce, lei ringhia e prova a mordere. Eppure è sempre buona con tutti. Mi dà la forza di sopravvivere al mio calvario, è l'unico essere vivente che non mi ha mai fatto del male. In questa foto non è a casa mia, ovviamente non la faccio stare sempre con me ne letto, la faccio portare fuori da Simone. Atena è la mia forza, prima di pensare a me io penso sempre a lei. Il mio ragazzo e l'assistente che viene qualche ora al giorno mi dicono che la vizio troppo ma lei è dolce, affettuosa e mi vuole difendere da tutti. Grazie Atena... questi due natali non li ho passati da sola, c'era lei con me nel letto. E' il mio angelo. Se qualcuno volesse darci un aiuto economico, può contattarmi via email daniela.celano@tiscali.it o su facebook cercando Daniela Celano, nella foto del mio profilo c'è una foto di Atena. Vi prego aiutateci... c'è anche un gruppo su facebook con documenti e prove https://www.facebook.com/#!/groups/211934152268947/

Altri post di paperino