Samoiedo

  • Addestrabilità:Medio
  • Consigliato a:persone attive e affettuose disposte a dedicargli molto tempo
  • Vita media:da 14 a 15 anni
  • Indole e carattere:Docile
  • Pelo:Medio
  • Taglia:Media

STORIA

Razza dalle origini nordiche che sono comuni alle altre razze di cani da slitta. Prende il nome dalla tribù nomade dei “Samoyedi”, che vivono in alcune aree della tundra Siberiana e allevano questo cane per aiutarli nel lavoro (trainare le slitte quando si spostano, fare da pastore alle renne al pascolo, mantenere caldi i propri padroni dormendo insieme nelle loro tipiche tende).

Nel 1896 una coppia di coniugi inglesi iniziò a dedicare la propria vita alla ricerca e alla formazione del Samoiedo moderno, attraverso una selezione mirata alla produzione di soggetti da esibizione, con l'intento soprattutto di fissare il colore bianco puro. L’allevamento moderno del Samoiedo ebbe inizio parallelamente in Gran Bretagna e negli Stati Uniti. La paternità della razza fu dapprima assegnata all’Inghilterra, successivamente passò alla Russia del Nord e Siberia, con il patrocinio del Nordic Kennel Union.

ASPETTO
 
Elegante, vigoroso e agile, è un cane di taglia medio grande. Ha un corpo forte e solido, con arti diritti, muscolosi e dalla buona ossatura.

La testa è a forma di cuneo, con cranio largo e piatto e muso di media lunghezza, appuntito ma non troppo fine. Il suo tartufo è di colore nero. Gli occhi, scurissimi e a mandorla, hanno espressione viva e intelligente. Le orecchie diritte, non troppo lunghe, sono leggermente arrotondate all’estremità.

La coda a spazzola è una particolarità della razza così come il mantello bianco molto folto e consistente fatto per resistere alle intemperie e alle basse temperature. Il pelo è diritto, ruvido e piuttosto lungo, ma mai ondulato né arricciato. Quello che incornicia la testa invece sembra formare una specie di collare attorno alle spalle e al collo. Il colore ammesso è tipicamente bianco ma sono accettabili anche le sfumature crema e biscotto. In origine la razza aveva una vasta gamma di colori tra cui nero, marrone, chiazzato, ma dopo l’arrivo in Occidente il bianco è diventato predominante.
 

CARATTERE

Sensibile, molto affettuoso e estremamente docile, ma dall’indole  piuttosto indipendente come tutti i cani nordici. Il temperamento socievole e amichevole non lo rende un  buon cane da guardia, ne fa però un eccellente animale da compagnia. Adora stare con la famiglia purchè riceva le giuste attenzioni: non sopporta di essere ignorato.

È sempre allegro e giocherellone. In genere è buono con i bambini e gentile con le persone anziane. Di solito va d’accordo con gli altri cani e animali di casa, ma ha  un forte istinto  di caccia.

Fedele al proprio padrone e intelligente, non è tuttavia il cane più facile da addestrare, anche se gli individui variano notevolmente. Si tratta di una razza risoluta, dotata di senso dell’umorismo e scarsa predisposizione all’obbedienza, perciò l’addestramento deve essere fermo, regolare e perseverante. 

CURA E ALIMENTAZIONE

Razza robusta e tendenzialmente sana; può essere soggetta a: displasia dell’anca, tendenza al diabete, insufficienza renale, glaucoma, sviluppo anormale della retina e disturbi di cuore.

Richiede molto esercizio all’aperto, che comprenda corse in libertà in aree sicure (per evitare eventuali fughe), e gioco. In alternativa sport come la slitta, l’agility, il carting sono ottimi per soddisfare il suo bisogno di azione. Privato del giusto sfogo può diventare distruttivo e rumoroso. 

Il suo pelo deve essere spazzolato quotidianamente e pettinato in profondità una volta a settimana: se trascurato, si arruffa e aggroviglia in una massa ingovernabile. Un impegno maggiore è richiesto durante la pesante muta.  

Si adatta a tutti i tipi di alimentazione, perchè la memoria di razza lo ha sottoposto a grandi digiuni o a nutrirsi di cibo scadente. Per garantirgli una vita lunga e sana è sempre consigliabile scegliere prodotti di prima qualità che contengano tutte le sostanze nutritive necessarie a potenziare il sistema immunitario e a rafforzare ossa e muscoli. Attenzione: ha tendenza ad ingrassare!

CURIOSITÀ

L'incurvatura delle labbra nere e la forma degli occhi conferiscono a questo cane un aspetto sorridente, dal quale deriva l'espressione "Sorriso del Samoiedo", caratteristico della razza. 

Altre schede animali